Home > kde 4, kde4, Linux, Uncategorized > KDE 4 – Plasmoidi contornati

KDE 4 – Plasmoidi contornati

novembre 15, 2007

Penso di essere drogato di KDE 4.

Oramai, due volte al giorno, il mio processore passa il tempo a ricompilare dai sorgenti tutto il nuovo ambiente alla ricerca di tutte le nuove caratteristiche che piano piano lo stanno rendendo un desktop innovativo e unico.

Dopo l’integrazione di nepomuk su dolphin che sta trasformando il nuovo DE in un desktop semantico.

dolphinnepomuk2.jpg

(sulla parte destra vediamo l’integrazione con nepomuk)

proprio oggi ho notato altre due interessanti novità. Una riguarda un simpatico effetto grafico, attivabile attraverso una combinazione di tasti, di alcune stelline che ruotano attorno al vostro mouse quado non riuscite più a trovarlo; l’altra è un pò più di sostanza e riguarda i plasmoidi.

Ora quando selezionate un plasmoide vi appare attorno un pannello traslucido con delle icone.

plasmoidi.jpg

Le icone permettono nell’ordine di:

  • Spostare il plasmoide (l’icona con l’ingranaggio)
  • Aprire il pannello di impostazioni (se presente)
  • Eliminare il plasmoide
  • Ruotare e ingrandire il plasmoide

Trovo l’idea davvero ottima anche se magari avrei creato le icone un pò più piccoline (ma probabilmente non sono le icone definitive).

Per ora vi saluto e vi terrò aggiornati dal cantiere di KDE 4.

Daniele

 

Categorie:kde 4, kde4, Linux, Uncategorized
  1. Io
    novembre 15, 2007 alle 7:28 pm

    Visto che compili così tanto, posso consigliarti due “trucchetti”, importati da Gentoo?
    ccache e tmpfs.
    La prima serve proprio per velocizzare la fase di compilazione quando si compila spesso lo stesso progetto.
    La seconda consente di compilare tutto in RAM (a patto di avere abbastanza RAM, ovviamente).

    Se sei interessato trovi maggiori informazioni sui forum di gentoo (forums.gentoo.org) o su gentoo-wiki.com. Per come fare ad utilizzarle sulla tua distro (che non so quale sia), vedi un po’ nei forum ad essa dedicata.

    Ciao.

  2. novembre 15, 2007 alle 7:42 pm

    @Io
    Grazie mille per i suggerimenti! Ci darò una occhiata. Io attualmente uso Ubuntu ,ma il tempo di compilazione non è un problema per me. Metto a compilare tutto e nel contempo mi metto a lavorare. Mediamente per compilare tutti i paccheti di kdebase,kdelibs,kdesupport,amarok e i plasmoidi aggiuntivi ci mette circa mezzoretta..

  3. angelo
    novembre 15, 2007 alle 8:01 pm

    ciao, per chi usa gentoo
    che howto usate?
    io uso un howto francese http://fr.gentoo-wiki.com/HOWTO_KDE4 , ma non è molto aggiornato.
    grazie millciao

  4. Krog
    novembre 16, 2007 alle 12:50 pm

    un’altra cosa utile è impostare il niceness, in questo modo la compilazione avrà priorità più bassa rispetto agli altri processi e non rallenterà il pc

  5. stambec92
    novembre 16, 2007 alle 4:24 pm

    Che uno preferisca Gnome o KDE, è comunque da ammettere che comunque le idee e la “fantasia grafica” al team con la Kappa non manca!

  6. novembre 16, 2007 alle 4:46 pm

    @stambec92
    Io sono una banderuola🙂 Passo ad un DE ad un altro ma questo KDE 4 mi sembra davvero una rottura netta con il passato e la vera base per portare linux nei desktop al posto di windows vista.

  7. novembre 16, 2007 alle 4:53 pm

    gia’, hai proprio ragione, continua a promettere bene e si sta sollevando piu’ di una spanna sopra a quello che era con la 3.5.8 (ottimissima comunque!!!)

  1. novembre 19, 2007 alle 10:57 am
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: